Hamsik: “Non cambia nulla psicologicamente”

0a1c19ed-973d-4c71-8e78-19107742d2f6

Marek Hamisk, capitano azzurro si è concesso ai microfoni di Sky Sport HD dopo la prima sconfitta in campionato del suo Napoli, contro la Juventus. Queste le sue dichiarazioni: “Non cambia nulla dal punto di vista psicologico. Abbiamo messo sotto la Juve per settanta minuti, ma non siamo riusciti a segnare. I bianconeri sono stati solidi e ci hanno fatto male su una ripartenza. Stiamo bene fisicamente, ma contro le squadre che si chiudono così non è facile. La Juve è stata molto solida, non siamo riusciti a far gol. Milik si è fatto male in un momento sbagliato. C’è Mertens che sta facendo bene. Noi continuiamo su questa strada. Ora pensiamo alla Champions League, altro obiettivo importante. Oggi la Juventus concedeva spazi sui lati e non al centro. Nel primo tempo aprivamo di più il gioco, nel secondo ci abbiamo provato centralmente. Con Higuain i siamo scritti qualche messaggio, ma dopo la partita non abbiamo parlato”. Queste le dichiarazioni a radio Kiss Kiss : “C’abbiamo provato per tutta la partita, li abbiamo chiusi per 70 minuti nella loro metà campo, la Juve si è difesa bene con 11 giocatori dietro la palla e non era facile trovare spazi. Non era una gara decisiva ma contava tanto per noi e per i nostri tifosi, purtroppo non è andata bene, peccato non aver preso nemmeno un punto, ora testa alla Champions perché ci crediamo alla qualificazione. Il campionato è molto equilibrato, siamo tante squadre in pochi punti, ora non dobbiamo perderne altri, con la Fiorentina in casa dobbiamo vincere. Non posso dire se Higuain ha esagerato, non ho guardato, poi rivedrò i gesti”.