Hamsik: non molliamo….

hamsik

Il capitano azzurro, Marek Hamsik, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Lo slovacco ha commentato il periodo della squadra, il prossimo impegno del San Paolo e la corsa scudetto: “Noi non vogliamo mollare nulla, ci crediamo fino alla fine. Dobbiamo ancora giocare lo scontro diretto contro  la Juventus che nel finale avrà due trasferte toste con Roma ed Inter. Può succedere di tutto.  Il campionato ci dà ancora delle possibilità perchè mancano ancora dieci partite e ci sono tanti punti in palio”. 

E’ facile dire che il nostro obiettivo sono i 100 punti ma farlo sarà difficile. Nel caso in cui dovessimo arrivare a 100 punti allora sarà scudetto e magari sarà così. Abbiamo fatto un campionato eccezionale fino a questo momento e ora dobbiamo continuare su questa strada. Il gol di Dybala all’ultimo minuto non ci ha destabilizzati. Noi abbiamo cominciato bene contro la Roma arrivando a fare 26 tiri in porta ma a volte ci sono partite che finiscono così. La Roma ci ha puniti ad ogni azione. Anche a San Siro abbiamo fatto un’ottima gara con l’Inter che si è abbassata e difesa. Però non siamo riusciti a segnare. Sicuramente anche per la Juve sarà difficile affrontare l’Inter e vincere lì. Noi dobbiamo andare avanti e continuare a crederci perché ci sta capitando una cosa grande. Ci sono dieci partite tra cui lo scontro diretto e per loro ci sono  gare difficili. Ora però dobbiamo pensare al Genoa che è un avversario fastidioso La squadra genoana è cresciuta molto negli ultimi mesi e contro di loro non sarà facile, ma giochiamo al San Paolo  e ci stiamo giocando lo scudetto, quindi dovremo vincere per forza.

E’ stato un bel gesto del mister quello di complimentarsi con noi per la prova di San Siro. Il gruppo sapeva di aver fatto una buona prova, ma sentirlo dal mister è diverso. Abbiamo abituato la nostra tifoseria a vincere sempre. Anche loro però sono cresciuti e anche loro ci hanno fatto i complimenti dopo aver perso con la Roma e pareggiato con l’Inter”.