Grassi: il mio futuro lo deciderà il Napoli

107

Il centrocampista di proprietà del Napoli Alberto Grassi ha rilasciato un’intervista a Tuttomercatoweb, nella quale ha parlato dell’obiettivo salvezza con il Parma ma anche del suo futuro, che dipenderà molto dalla volontà della dirigenza azzurra. Inoltre, il jolly della mediana ha confessato di essere molto grato ad Edi Reja per la sua crescita professionale, poichè lo lanciò nel “calcio dei grandi” nelle file atalantine, consigliandolo poi al Napoli.

Raggiunto l’obiettivo salvezza “Sicuramente siamo contentissimi, è l’obiettivo che ci siamo dati a inizio anno. Tutti si aspettavano ci salvassimo prima, ma questo era l’obiettivo. Qualcuno pensava all’Europa, ma il nostro obiettivo è sempre stato la salvezza, farlo al Tardini è stato il top, siamo contentissimi”.

L’esperienza con la Spal e un futuro che dipende dal Napoli “Innanzitutto ringrazio i miei della SPAL, mi hanno aiutato molto. C’era un bel gruppo, Semplici è molto bravo, non c’è nulla da dire. Il Napoli… io do sempre il massimo, qualsiasi cosa voglia fare poi con me io l’accetterò. Quest’anno sono andato a Parma, dando il massimo, poi si vedrà, decideranno loro”.

Il calciatore che ha maggiorente impressionato Grassi A Napoli ce ne sono molti che mi piacciono molto, ma a Bergamo ce n’erano altrettanti, salendo dalla Primavera. Carmona è stato il numero uno con me, mi ha sempre accolto bene. Non parlava tanto ma si faceva capire subito. Quando è andato via mi è dispiaciuto. Dopo ce n’erano tanti, da Cigarini a Migliaccio, i sudamericani, ho ricordi davvero bellissimi”.

L’allenatore che più l’ha fatto crescere “Penso Reja, mi ha dato il via. Quindi lo ringrazio molto. Poi ho imparato molto con Gasperini, seppur sia stata un’annata non troppo positiva”