Giuffredi: “Sepe alla Salernitana, ci siamo! Parisi piace a Napoli e Lazio”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Mario Giuffredi, procuratore: “Biraghi ha sempre avuto questi colpi. Ora, acquistando consapevolezza nei propri mezzi, tutto diventa più facile. Sepe alla Salernitana? Ci stiamo apprestando a fare lo scambio di documenti, è quasi fatta e siamo convinti che andrà a Salerno per dare una grande mano per la salvezza. Sono convinto che sarà la piazza giusta per rilanciarlo dopo che è stato fuori rosa a Parma. Kastanos e Di Tacchio? Poco da parlare con Sabatini, è un’eccellenza del calcio italiano. Il suo arrivo a Salerno è sinonimo di garanzia per tutti. Uno con la sua carriera non va lì per una passeggiata, è il primo agguerrito per fare un impresa e per fare la storia. Il suo curriculum rappresenta una certezza. Napoli-Salernitana dico che non si gioca ed è giusto così. Una squadra piccola in questo caso ha un danno ancora superiore perché su 25 giocatori non ne ha tutti di qualità e con 9 positivi è un danno enorme. Anche per le cinque sostituzioni c’è uno svantaggio ancora più importante. Pezzella? Il problema è che gli altri ci arrivano sempre dopo, alla fine i fatti danno sempre ragione a noi. Giuseppe sta facendo un grandissimo campionato. In questo momento i terzini sinistri più forti del campionato sono Theo, Mario Rui, Biraghi, Parisi e Pezzella. A destra Di Lorenzo, Faraoni, Hysaj e vedremo la rinascita di Conti. Il Napoli ha già un’opzione per Parisi? Smentisco. Piace al Napoli, così come alla Lazio. Casale è un giocatore molto seguito come Parisi, piace a 2-3 squadre e vediamo fino al 31 gennaio cosa può succedere. Il mio pensiero è che debba restare a Verona e possa farlo. Tudor è un signor allenatore, diventerà un grande. Oggi quelli emergenti che mi piacciono di più in Italia sono Juric e Italiano. Mourinho? Resta un grande, è lo Special One. De Zerbi un ottimo allenatore, lo paragono a Bielsa”.

© Riproduzione riservata
Messaggio politico elettorale a pagamento
Paolo Ismeno Sindaco