Di Lorenzo e Zanoli incontrano i tifosi

Altra serata evento all’insegna dell’azzurro organizzata dalla Regione Abruzzo e dal Sindaco Angelo Caruso a Castel di Sangro. Giovanni Di Lorenzo e Alessandro Zanoli hanno incontrato i tifosi in Piazza del Plebiscito. I due calciatori azzurri sono saliti sul palco, ospiti del salottino di Radio Kiss Kiss accolti dal calore del pubblico e dall’abbraccio dei tifosi.
Queste le dichiarazioni salienti della serata:
Di Lorenzo: “Essere capitano del Napoli è una bella responsabilità, ma sono pronto a raccoglierla perchè è un orgoglio avere questa fascia. Ripensando al passato mai mi sarei aspettato di diventare capitano del Napoli e adesso sta a me meritare questa investitura”
“Il Napoli ha avuto capitani straordinari nella storia, l’ultimo è stato Lorenzo Insigne, spero di poter essere all’altezza della loro capacità”
“Quest’anno sono partiti giocatori importanti, ma ne sono arrivati altri forti e di qualità. Si respira un’aria positiva perchè siamo tutti convinti di poter disputare una grande stagione”
“L’obiettivo è migliorare la posizione dell’anno scorso. Si deve sempre cercare di crescere e di evolvere, sicuramente si sono rinforzate tutte le nostre avversarie, ma noi abbiamo la consapevolezza delle nostre potenzialità”.
“Dobbiamo concentrarci solo sul nostro lavoro e non ascoltare le voci esterne. Siamo una squadra forte e quest’anno possiamo divertirci. Pensiamo gara dopo gara a dimostrare il nostro valore”
“Ai tifosi dico di avere fiducia, so che c’è dispiacere per dei campioni che sono andati via, ma adesso devono starci vicini come sempre perchè stiamo costruendo un gruppo solido che può avere grande futuro”
Zanoli: “Sono orgoglioso di avere un compagno di ruolo in Giovanni Di Lorenzo. E’ un grande giocatore e mi aiuta e mi dà consigli per farmi crescere. Essere il sostituto di un campione d’Europa è una grande responsabilità ma anche un grande stimolo per migliorare”
“Sono qui per imparare, per dare il massimo ma anche per vincere. Questo è un gruppo competitivo e sono certo che riusciremo a regalare ai tifosi gioie e traguardi”
“Ricordo ancora l’esordio a Udine con la maglia del Napoli. Poi ho giocato altre partite da titolare e mi sono gradualmente inserito. Quest’anno sarà molto importante per me perchè non vedo l’ora di sentire la musichetta della Champions e soprattutto di poter debuttare anche nella competizione più prestigiosa d’Europa”
“In questo ritiro abbiamo lavorato tanto, ci sono anche altri calciatori giovani che si sono uniti alla rosa e credo che la Società stia puntando molto ad un rinnovamento di qualità”.

© Riproduzione riservata