Dateci le Ali, festeggiato un anno di attività

ADV
ADV
ADV

Un anno di attività festeggiato presso la sede della Fondazione Grimaldi. L’associazione Dateci le Ali, presieduta dal professore Antonio Samà, ha voluto riunire le oltre 100 famiglie accolte a Napoli e nelle altre province a oltre un anno dallo scoppio della guerra in Ucraina per fare un bilancio delle attività svolte e, soprattutto, valutare le necessità per dare ulteriore supporto nei prossimi mesi. Il primo compleanno dell’associazione Dateci le Ali ha ricevuto in dono dall’artista Natalie Ferrary un quadro con la bandiera e lo stemma ucraino da parte dell’associazione Culturale Arte Reale ed è stato introdotto dall’inno ucraino, cantato in italiano da Silvia Falanga, prima delle esibizioni di  Genny Nugnes e Karolina Ferrary con il brano Obimy mene. A seguire, alcuni bambini ucraini del gruppo musicale Vinochok  si sono esibiti con le loro canzoni tradizionali.

Il clou della giornata è stato rappresentato dal momento di confronto tra le famiglie e i volontari: sono state ascoltate le testimonianze di tantissimi presenti per avere da loro un feedback sul lavoro già svolto ma, soprattutto, per ricevere input affinché si possa programmare il lavoro futuro in base alle loro necessità.

 “Insieme al presidente abbiamo fortemente voluto questo evento – spiega la direttrice tecnica dell’associazione, Tania Onyskiv Genovese -. Scorrere le immagini e ascoltare le testimonianze dei tanti rifugiati ci ha permesso di trovare nuovi slanci per proseguire le nostre attività in nuove direzioni. Ed è stata importante per noi la benedizione di padre Michele Madonna, che ha aperto la giornata e ci è sempre vicino”.

Nel corso della giornata si sono susseguiti gli interventi di Luca Marciani, presidente della Fondazione Grimaldi, Gerry Danesi, console onorario di Nicaragua; Annamaria Auriemma per i volontari della libreria Iocisto, Ida Francioni, dirigente scolastico della Scuola Vanvitelli, Marica Tricolore per l’associazione ABIO. E tanti sono stati i partner che hanno voluto contribuire alla manifestazione, dall’intrattenimento curato da I Pagliacci Ole e Ilvia agli scherzi del Mago Sasa, dal buffet offerto da SAGIFI e Poppella ai gadget di Fontel e GLS.