D’Antonio: contro il Tuscolano ci aspetta una partita difficile che va oltre i pronostici

Appuntamento con il successo. Lo slogan appena indicato calza a pennello per descrivere l’importanza del prossimo impegno per la Cesport Italia, undicesima nel girone sud del campionato di serie A2. Nell’incontro valevole per la sesta giornata di andata i gialloblù affrontano infatti, fischio d’inizio previsto sabato al Foro Italico alle ore 15:00, la neopromossa Tuscolano, fanalino di coda della competizione a quota zero. Fondamentale incamerare l’intera posta in palio in uno scontro diretto nel quale i punti a disposizione pesano doppio in ottica lotta salvezza. Il punto della situazione in casa napoletana e la presentazione del match sono affidati alle parole del centrovasca Dario D’Antonio( nella foto di copertina di Team bomber ), tra i più positivi in questo inizio di campionato.

Quale eredità vi ha lasciato il pareggio casalingo contro la Roma Vis Nova? 

Sapevamo fin da subito che l’inizio campionato sarebbe stato tutto in salita, sapevamo di dover affrontare squadre che puntano a zone alte della classifica e che dovevamo affrontarle senza timore e così stiamo facendo. Questo pareggio ci lascia in eredità una maggiore consapevolezza delle nostre capacità e dei nostri limiti, su cui si dovrà lavorare, ma che questo risultato deve essere un punto di partenza per le prossime partite.

Concordi se ti diciamo che ciò che al momento sembra il pregio maggiore della Cesport è l’amalgama del gruppo?

 Siamo un bel gruppo affiatato, conosciamo i nostri limiti e cerchiamo di colmarli insieme di settimana in settimana, ognuno sa quel che può dare e lo mette a servizio della squadra.

Quale aspetto del gioco costituisce al momento il vostro maggiore margine di crescita? 

Io penso che sia in fase offensiva, abbiamo le capacità per poter crescere ulteriormente e fare bene. 

Come valuti il tuo inizio di annata? 

Non sono il tipo che traccia bilanci in anticipo ma comunque penso che si possa e si debba dare sempre di più. Nel mio piccolo cerco sempre di dare una mano alla squadra e alla società. Le somme le tireremo a fine anno!

Sabato vi attende lo scontro diretto contro il Tuscolano. Che tipo di partita possiamo aspettarci? 

Andiamo a giocare a Roma contro una squadra che ha fame di punti, sarà una partita difficile e fisica e che va oltre i pronostici.

Quali sono i punti di forza del sette capitolino?

È una squadra che comunque ha atleti di esperienza, hanno dei buoni tiratori e un buon portiere, punteranno sulle ripartenze e cercheranno di imporsi in casa loro.