Chievo-Napoli, le pagelle

Il Napoli vince 3-1 al Bentegodi di Verona, seguono le pagelle del match con il Chievo, trentaduesima giornata di serie A.

Ospina 5,5Gara utile per ritrovare condizione e fiducia, dopo il grande spavento. Per molto tempo spettatore non pagante, poi subisce il gol sul gong (poteva fare di più sul gol)

Hysaj 5,5Sbanda nonostante la pochezza avversaria. Concede spazio, i lanci inoltre sono da dimenticare. 

Chiriches 6Grande applicazione, eccezion fatta a inizio ripress quando rischia il rigore. 

Koulibaly 7: Torna regale e imperversa, con tanto di doppietta. Primo gol stagionale per sbloccare il match del Bentegodi e riscattare l’autorete dell’Emirates Stadium. Sale a dieci sigilli nel Napoli. Quindici gol in carriera, aggiungendo le reti col Metz, il Genk e la nazionale senegalese. Bomber-Kalidou. 

Ghoulam 6La condizione psicofisica cresce. Ha spesso spazio in fascia per offendere, e si fa trovare pronto. Ma difetta in precisione nei cross. Nella ripresa va in naftalina e perde qualche pallone di troppo, con connesse amnesie difensive. 

Callejon 7: Duecento volte titolare con il Napoli, il vciecapitano. E’ d’ovunque, decisamente il più in forma. Arma tattica di classe, che al 27′ va a un passo dallo 0-3, con Sorrentino che gli toglie la gioia del gol, e al 34′ c’è una nuova deviazione. 

Dal 35′ Verdi sv

Zielinski 6,5: Al quinto ha la chance per dimenticare la chance fallita a Londra. Nuova battuta ciccata e alta, strada facendo è attento più ai compiti tattici a centrocampo che a illuminare la scena, vista la natura iperoffensiva del Napoli. Nuovo assist per la bordata in rete  di Milik. Tanto lavoro oscuro per Zielu. 

Fabiàn 5,5Continua la fase no. Corre male e tiene troppo il pallone. Un solo sussulto è dalla distanza. 

Dal 27′ Younes 6Immediatamente proposito. Carta ben pescata dal mazzo

Insigne 6,5Manca solo il gol, mostrando freschezza atletica

Dal 22′ st Allan 6Lavoro di ordinaria amministrazione. Giovedì si attende un Allan in stile mastino, invece. 

Mertens 6,5: Grande altruismo, pesca Zielinski ma Piotr spreca. Fa poi l’assist da calcio d’angolo per la testa vincente dell’1-0 firmato Koulibaly. Prova la prodezza negli ultimi scampoli del match ma  il campano Sorrentino contro il Napoli si esalta sempre, al di la del risultato. 

Milik 7: Nessuno segna come lui da fuori area, in serie A. E così si conferma letale. Colpisce dopo tanto grigiore, a modo Una occasione per tempo ma manca l’attimo per trafiggere Sorrentino. Al 19′ cambia la scena con un chirurgico sinistro per lo 0-2 (il ventesimo gol stagionale per l’attaccante polacco)

Allenatore: Ancelotti 7: Li mette tutti dentro, i più titolati della fase offensiva in casa Napoli. Le risposte le ha, anche se i suoi avanti nella prima frazione di gioco potrebbero arrotondare il bottino. Freddezza e concretezza spettano ai calciatori, anche e soprattutto in proiezione di giovedì. Perché nulla è impossibile nel calcio, e Sir Carlo lo sta inculcando ai suoi uomini per tendere all’impresa. 

Chievo. Sorrentino 7; Depaoli 5, Cesar 6, Andreolli 5, Barba 5,5; Giaccherini 5, Dioussé 5, Hetemaj 5; Vignato 5,5 (22′ st Leris 5; Stepinski 6 (35′ st Kiyine), Meggiorini 5 (26′ st Grubac). Allenatore: Di Carlo 5,5

Arbitro: La Penna di Roma 6

(Assistenti: Manganelli-Colarossi. IV Uomo: Nasca. VAR: Guida-Vivenzi)