Calcio a 5, la Feldi Eboli stacca il pass per la semifinale: troverà il Napoli

ADV
ADV

Terza semifinale Scudetto consecutiva, un altro derby tutto campano. La Feldi Eboli conquista Gara 2 dei quarti di finale nel derby contro la Sandro Abate Avellino e ottiene l’accesso tra le migliori quattro squadre del futsal italiano. In una gara equilibrata come la sfida precedente (vinta ai rigori dalle volpi), decisive le parate di Pasculli con il portiere della Feldi che ha difeso la porta rossoblù dagli assalti finali degli irpini. Finisce 2-1 per le volpi che in semifinale affronteranno il Napoli.

Grande risposta del pubblico di Eboli dopo l’appello in settimana per presidente Di Domenico e le volpi ricambiano i propri tifosi aggredendo la gara sin dal calcio d’inizio. Dopo 30 secondi Calderolli impegna Parisi poi, passa un’altra manciata di secondi e la Feldi è già in vantaggio con una giocata di squadra sontuosa. Restaino in verticale, sponda di Guilhermao per il piattone di Selucio che fa 1-0. Ci prova anche Restaino ma Parisi vola. La reazione dei verdi arriva con una ghiotta chance sotto porta per Crema ma stavolta è Dalcin a compiere il miracolo. A metà primo tempo gli ospiti trovano la rete del vantaggio con Ugherani, bravo a finalizzare un perfetto contropiede orchestrato dagli uomini di mister Basile, dopo un pallone controllato male da Braga. Il pareggio subìto non demoralizza la Feldi che ha una tripla chance in pochi secondi ma le volpi vengono fermate sulla linea clamorosamente ad ogni tentativo. Il tecnico della Sandro Abate decide di schierare il portiere di movimento per gli ultimi 7 minuti di tempo, ma gli irpini scoprendosi lasciano spazio alla ripartenza di Luizinho che viene atterrato da Ugherani. Cartellino rosso e due minuti di superiorità numerica per la Feldi. Tre espulsioni in due partite per Avellino, terza occasione in superiorità numerica non sfruttata dai ragazzi di Samperi. Si chiude in parità la prima frazione.

Nel secondo tempo Basile rigioca la carta del portiere di movimento che stavolta costa ancora più caro al tecnico dei verdi perchè al terzo minuto Guilhermao fa 2-1. La reazione irpina si materializza nella giocata di Angellot che colpisce il palo dopo aver messo a sedere Vava e Dalcin. Dopo qualche minuto il capitano della Feldi lascia il campo per un problema fisico e al suo posto entra Pasculli. Il numero 19 delle volpi sarà grande protagonista: prima si esalta parando su Gui, poi a 5 minuti dal termine neutralizza un rigore ad Alex dopo un fallo di Fantecele su Crema. In mezzo, una clamorosa traversa di Vavà. A 30 secondi dalla fine traversa di Nicolodi, poi è ancora Pasculli a superarsi con un doppio intervento decisivo a pochi secondi dalla sirena che decreta la vittoria rossoblù.

UN ALTRO DERBY IN SEMIFINALE – “Abbiamo fatto una grande partita, abbiamo mantenuto la calma e l’abbiamo gestita concedendo solo verso il finale qualche occasione in più. Io decisivo? Non è solo merito delle mie parate. Siamo un gruppo unito e tutti sono importanti. Napoli? Hanno grandi nomi e tanta qualità, sarà una gara spettacolare”, le parole del portiere della Feldi, Marco Pasculli, al termine del match.

Non totalmente soddisfatto mister Salvo Samperi, che chiede ai suoi di alzare ancor di più l’asticella per ambire alla finale:

“Siamo felici, siamo l’unica squadra ad aver giocato 4 competizioni e siamo arrivati in semifinale in 3 di queste. Ci aspettano altre partite dure, ma la gara di oggi doveva essere chiusa prima sfruttando meglio le occasioni che abbiamo avuto. La squadra lo sa e sono fiducioso che questo possa migliorare rapidamente. Napoli? Sarà difficile, è una squadra costruita per vincere con giocatori che hanno già vinto tanto… noi però vogliamo provarci e vogliamo arrivare in finale”, le parole del tecnico rossoblù.

Ci sarà dunque un altro derby campano in una delle due semifinali Scudetto 2023 del calcio a 5 italiano. Saranno Feldi Eboli e Napoli ad affrontarsi, in una gara che si prospetta a di poco scoppiettante, dopo che i partenopei hanno superato nel doppio confronto il Meta Catania. Dall’altro lato del tabellone l’Olimpus Roma elimina L84 e aspetta la vincente di Pescara-Came Dosson che si deciderà in Gara 3.

FELDI EBOLI-SANDRO ABATE 2-1 (1-1 p.t.)FELDI EBOLI: Dal Cin, Guilhermao, Calderolli, Fantecele, Restaino, Vavà, Caponigro, Braga, Luizinho, Baroni, Selucio, Pasculli. All. Samperi

SANDRO ABATE: Parisi, Ugherani, Abate, Alex, Nicolodi, Petrillo, Crema, Gui, Iandolo, Caro, Vitiello, Berthod. All. Basile

MARCATORI: 1’06” p.t. Selucio (F), 10’58” Ugherani (S), 3’24” s.t. Guilhermao (F)

AMMONITI: Alex (S), Gui (S), Calderolli (F), Abate (S), Petrillo (S), Crema (S), Caro (S)ESPULSI: al 14’25” del p.t. Ugherani (S)

NOTE: al 15’46” del s.t. Pasculli (F) para un tiro di rigore ad Alex (S)

ARBITRI: Marco Moro (Latina), Fabio Pozzobon (Treviso), Vincenzo Cannistra’ (Catanzaro) CRONO: Francesco Saverio Mancuso (Lamezia Terme)