Calaiò: “Garcia è un allenatore di personalità”

ADV
ADV
ADV

A Radio Crc, nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma, è intervenuto Emanuele Calaiò, ex attaccante del Napoli. 

“Garcia è un allenatore di personalità, spessore ed esperienza. Ha allenato in piazze importanti, non si spaventa facilmente, ma bisognerà lasciarlo lavorare. Poi, molto dipenderà dal mercato perché il Napoli ha già perso Kim, ma c’è da capire quale sarà il futuro di Osimhen. Tutto gira intorno al nigeriano: se resta, il Napoli dovrà rimpiazzare solo Kim e prendendo un calciatore di livello, farà nuovamente una stagione di livello. 

Quando inizia un ciclo è importante dare continuità al progetto e Garcia ha questo compito, provando magari anche a dare qualche trofeo al Napoli e far divertire la gente allo stadio. Il Napoli così fatto è perfetto per Garcia che dovrà ripartire dallo spogliatoio unito perché il Napoli quest’anno ha fatto la differenza nella panchina: anche chi ha giocato poco, ha dato il suo contributo. Il Napoli patirà come la squadra favorita, la scorsa stagione è stata frutto del valore degli azzurri e della debolezza delle inseguitrici. Il Milan deve rifondare, la Juve è all’inizio di un nuovo progetto per cui anche quest’anno il Napoli partirà da favorito, ma attenzione all’Inter che è sempre lì. 

La Roma dovrà intervenire sul mercato, credo che farà un buon campionato, ma non la metterei tra le pretendenti allo scudetto, la Lazio invece è più rodata e Sarri sappiamo bene che con gli anni è capace di dare quel qualcosa in più. 

Under 17 dei Blue Davils di Marano? Sì, voglio partire con i ragazzi. Voglio capire se sono capace e se sarà così prenderò il patentino”.