Cairo: Verdi? Non lo so, vediamo, non parlo dei calciatori degli altri

144

Da una settimana l’allenatore del Napoli Carlo Ancelotti ha bloccato la cessione di Simone Verdi al Torino. Qualcosa potrebbe cambiare, a questo punto, solo se all’ombra del Vesuvio arriverà James Rodriguez. Il fantasista di Broni intanto è pronto per la trasferta di Firenze, e stamani, al termine dell’allenamento, ha preparato anche il look per il Franchi, dall’hair-style di fiducia Carmine Aliperta. Il Torino è più lontano, che continua a sognare il ritorno in Europa. Il presidente dei granata intanto Urbano Cairo ha rilasciato alcune dichiarazioni, nel pre-match di Torino-Wolverhampton, andata dei playoff di Europa League contro gi inglesi del Wolverhampton, ha risposto alle domande dello studio di Sky Sport 24, anche sul mercato: Verdi? Non lo so, vediamo, non parlo dei calciatori degli altri. Di certo on cerchiamo colpi mediatici ma calciatori funzionali a noi e allo spogliatoio”.

Da gianlucadimarzio.com: Un acquisto non era mai funzionale a questa partita, perché in questa partita vanno utilizzati i giocatori che hanno meritato di arrivare fin qui lo scorso anno. Per entrare nei meccanismi di Mazzarri non serviva solo una settimana, è tutto più lungo e articolato. Abbiamo una squadra arrivata al quarto posto nel girone di ritorno lo scorso anno, che deve ottenere da questa partita e dal ritorno ciò di cui ha bisogno”. 

La coppia Zaza-Belotti è il duo d’attacco del Torino di questa sera: “Sono una coppia importante. Quest’anno abbiamo Zaza, che lo scorso anno si è visto in parte e non era in forma. Per noi è un nuovo acquisto, così come sono un nuovo acquisto Bonifazi e Lyanco. Tutte queste componenti sono utili, non oggi perché Bonifazi e Lyanco non ci sono. Ma nel campionato lo saranno. Mancini deciderà se questa coppia sarà utile per lui anche in Nazionale, ed è una coppia che sta facendo faville”. 

Cairo ha poi svelato un retroscena particolare riguardante Ribery: “I colpi mediatici li ho fatti in passato, un esempio è Recoba al Torino nel 2008. Era un gran giocatore, ma non fece un buon campionato. Quindi non penso alle cose mediatiche, ma a quelle che sono funzionali. Ribery potevamo prenderlo se avessimo voluto. E’ un ragazzo perbene e in gamba. Non è il tipo di giocatore che avrei voluto per rafforzare questa squadra. Vedremo di trovare un giocatore funzionale. I colpi mediatici vanno bene ma non sempre funzionano. In passato non mi hanno portato bene, preferisco evitarli”.