Caiazza e Pezzella, partenopei a Fuorigrotta

Tra i convocati di Massimo Oddo per la partita di domani sera al San Paolo, valevole per gli ottavi di finale di coppa Italia, ci sono anche due calciatori d’estrazione partenopea e con il Napoli nel cuore. E azzurri mancati. Il terzino sinistro Giuseppe Pezzella (’97), pilastro della nazionale under 21, e Aldo Caiazza (’99). Per quest’ultimo sarà la prima volta a Fuorigrotta da avversario; ha iniziato nella scuola calcio Arzanese, del suo paese d’origine, e dopo essere passato nel settore giovanile della squadra del cuore, il Napoli, si è trasferito al Benevento che poi l’ha venduto al sodalizio della famiglia Pozzo. Ha già abbracciato i parenti e gli amici di una vita, nei mesi scorsi a Sant’Antimo, per il match vinto contro gli azzurrini nel campionato Primavera1. Pezzella, invece, che giocherà titolare nuovamente contro il suo Napoli, è un prodotto del florido vivaio del Monteruscello calcio di Pozzuoli, storica società di settore giovanile puro, del presidente Rodolfo Ruta, e ha già giocato contro la squadra che ha anche tatuato sul braccio sinistro durante la proficua esperienza con il Palermo, sia al Barbera che al San Paolo. Di Quarto, ha sfiorato il passaggio nel settore giovanile del Napoli nell’estate del fallimento del Siena, ma Perinetti e Baccin, allora direttore sportivo e responsabile del vivaio palermitano, bruciarono sul tempo i dirigenti napoletani del vivaio firmandolo con il club siciliano del presidente Maurizio Zamparini.