Bouché: ci attende una battaglia contro i Muri Antichi

Dimenticare la brutta sconfitta incassata sabato a Civitavecchia ed iniziare così nel migliore dei modi il delicato trittico di partite che chiuderà la prima fase del torneo. Questi i propositi della Cesport Italia che nell’incontro valevole per la nona giornata di andata affronta alla Scandone, fischio d’inizio previsto domani alle ore 15:00, la Copral Muri Antichi Catania in uno scontro che mette in palio punti pesanti in ottica lotta salvezza. Per riuscire nel loro intento i gialloblù dovranno però entrare in acqua con la giusta determinazione e non regalare, come già più volte accaduto, l’inizio partita ai rivali. L’analisi della situazione e la presentazione del match sono affidate alle parole di Vincenzo Bouché(nella foto di copertina di Gianluca Grazioso).

Quale eredità vi ha lasciato la sconfitta incassata sabato a Civitavecchia? 

Sabato scorso sapevamo già che sarebbe stata una partita molto difficile ma la sconfitta ci ha dato un ulteriore conferma che dobbiamo entrare in acqua ancora più determinati e concentrati se vogliamo portare i tre punti a casa.

Ancora una volta l’approccio alla partita non è stato efficace. Come spieghi la difficoltà che la squadra incontra ad entrare in partita fin da subito? 

Secondo il mio punto di vista l’approccio alla partita non è stato efficace nei primi due tempi, forse ciò era anche “colpa” dell’aria pesante che si respirava in piscina.

Quale aspetto del gioco costituisce al momento il vostro maggiore margine di crescita? 

Al momento ciò che costituisce il nostro margine di crescita è l’aspetto difensivo che viene curato sempre di più partita dopo partita.

Domani vi attende il fondamentale scontro salvezza con la Copral Muri Antichi Catania. Che tipo di partita possiamo aspettarci? 

Per quanto riguarda lo scontro diretto con i Muri Antichi sarà una vera e propria battaglia per la conquista dei tre punti che sono fondamentali sia per noi che per i nostri avversari.

Quali sono i punti di forza del sette etneo? 

Sappiamo che sarà una partita difficile poiché i nostri avversari sono molto giovani e hanno grandi capacità natatorie oltre ad avere giocatori forti e di esperienza.

Mancano tre partite al termine da qui alla fine del girone di andata, i due scontri diretti casalinghi e il derby in trasferta con l’Acquachiara. Quanto pesano queste partite nell’economia del vostro torneo? 

Queste partite pesano molto per noi. Dobbiamo cercare di portare a casa il maggior numero di punti non solo negli scontri diretti ma anche nel derby dove può succedere di tutto.