Biasin: “Vedo bene Thiago Motta come prossimo allenatore dell’Inter”

ADV
ADV
ADV
ADV

A Radio Napoli Centrale, nel corso di Un Calcio alla Radio di Umberto Chiariello, è intervenuto Fabrizio Biasin, giornalista di Libero: “Il prescelto per stasera sarà Dzeko, salvo sorprese dell’ultima ora che mi sento di escludere. L’idea di Inzaghi è quella di avere un giocatore più tecnico che fisico, ma penso che Lukaku avrà comunque un po’ di spazio. Cos’è successo a Romelu? Lui ha sempre commesso questa serie di errori, ma venivano sommersi da una valangata di gol. Adesso, invece, non segna neppure. Non posso pensare che siano errori tecnici che derivano dal fatto che non è più capace di giocare. È vero che la condizione fisica è migliorata, ma se sbaglia quei gol, la prestazione positiva passa in sordina. Attacco più forte del campionato? Anche io ero di questa idea a iniziò campionato. Poi, Correa non si è mai visto, Dzeko ha la sua età, Lautaro ha un paio di momenti di assenza, Lukaku è un caso davvero strano. Evidentemente bisogna vedere le valutazioni di inizio stagione. Nel 2023 l’attacco è sceso vertiginosamente. Joao Mario? Svenduto e regalato, sembrava un giocatore senza speranze, avevano intravisto un campione, ma il campione lo sta facendo altrove ed al centrocampo. Inzaghi? Capisco che, in questo momento, dicono tutti sia colpa sua. L’Inter gioca sempre nella metà campo avversaria, crea occasione e non concretizza. Darei qualche responsabilità in più ai singoli. Questa sera, che si giocherà contro il Benfica, l’Inter giocherà una partita diversa uscendo da un meccanismo in cui si è incartata. Con chi lo sostituirei? Sono un grande fan di De Zerbi, ma il treno Italia l’ha perso. In Premier sta facendo molto bene ed è attenzionato da squadre al primo piano. Ritorno di Conte? Molto difficile, se non impossibile. Posso credere che gli interessa tornare in Italia, ma l’Inter non può permettersi grosse spese. Credo che Thiago Motta possa essere una possibilità concreta. Quarti di Champions? Tra Benfica e Inter vedo favorito leggermente il Benfica. Per quanto riguarda Napoli e Milan, dieci giorni fa sarei stato più convinto, ma se mi chiedessero di scommettere 10€, lo farei sulla vittoria del Napoli, ma deve essere una partita assolutamente diversa rispetto a quella di campionato”.