Barbara Damiani: dobbiamo affinare l’intesa di squadra

acquachiara-femm

La formazione femminile della Carpisa Yamamay Acquachiara debutta in campionato nel modo migliore espugnando la vasca di Tolentino per 8-7 grazie al break decisivo operato dalle partenopee nel terzo quarto. Il giorno dopo Barbara Damiani analizza in tutte le sue sfumature il positivo esordio, individua i margini di crescita della squadra e si proietta già al primo incontro casalingo in programma domenica prossima a Scampia contro Firenze.

 

È sempre importante cominciare bene e non è mai semplice vincere in trasferta.  Un tuo commento alla prova della squadra 

Vincere fuori casa è sempre positivo, non abbiamo giocato benissimo perché mancano degli automatismi.

Quale, a tuo avviso, il momento in cui avete indirizzato la sfida a vostro favore?

Il terzo tempo ha dato la svolta all’incontro, dopo il vantaggio della squadra di casa abbiamo fatto un break di 3 gol che ci ha fatto acquisire un vantaggio importante

Quale aspetto del gioco ti ha maggiormente soddisfatto?

Abbiamo prodotto un buon gioco in attacco ma abbiamo finalizzato poco, in difesa ci sono state alcune distrazioni che ci hanno fatto subire gol.

Su quale invece dovete ancora lavorare per migliorare il vostro rendimento?

Dobbiamo affinare l’intesa di squadra e le giovani devono adeguarsi ad un livello tecnico più alto.

Sappiamo che un allenatore non ama mai soffermarsi sui singoli ma c’è almeno una delle tue giocatrici che ti ha stupito in positivo per la sua prestazione? 

La prestazione del portiere D’Antonio è stata determinante per la vittoria finale

Domenica l’esordio casalingo contro Firenze. Che tipo di partita ti aspetti?

Mi aspetto maggiore attenzione e concentrazione che ci permettano di sviluppare un gioco di squadra più produttivo sia in difesa che in attacco