Avvocato Salernitana: “Gaetano? Vediamo cosa succede…”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Francesco Fimmanò, avvocato della Salernitana: “È un mercato molto particolare, credo che i giochi si faranno un po’ più avanti. Ederson all’Atalanta? Nulla è molto probabile (ride ndr)… È tutto collegato al fare una squadra più forte. Noi abbiamo un progetto di upgrading: vendere un calciatore solo per arrivare a qualcuno di più forte e costruire una squadra di livello. Il direttore De Sanctis si sta muovendo benissimo, ha tanti contatti. Questo è un mercato molto particolare, tanti svincolati di lusso devono ancora accasarsi: da Mertens a Dybala, passando per lo stesso Cavani… La prima con la Roma? Ci porta bene, è stata la gara della scintilla la scorsa stagione. Vediamo adesso come la squadra si costruirà, visto che ci sono grandi opportunità. Muoversi coi tempi giusti sarà importante. De Sanctis? Mi sta dando una grande impressione, è uno molto preparato. C’è stata una svolta anche metodologica. Colpi a sorpresa? Tra qualche anno la Salernitana sarà una squadra formidabile, ma adesso siamo ancora alla seconda stagione di Serie A. Necessariamente, alcune idee devono passare attraverso una maturazione del mercato. Ci sono tanti giocatori di livello che aspettano altre opportunità. La Salernitana dal canto suo può essere sicura di un vantaggio rispetto alle altre: la società è solida economicamente e patrimonialmente. La società, adesso, saper cogliere solo le opportunità. I giochi si faranno anche a ritiro in corso, staremo a vedere. Gaetano dal Napoli? I giocatori forti piacciono sempre, vediamo cosa succede. Le scelte dipendono anche dalle uscite e da tanti altri fattori. Ci sono tanti ragionamenti in corso. Siamo concentrati sull’attacco adesso: cerchiamo un nome che sappia fare tanti gol. La Salernitana deve ripartire da questo, da avere un certo numero di reti in potenza. Cavani? A Napoli è diventato un tuttocampista, un calciatore che fa tutto il campo”.

IMPROTA: “De Laurentiis e Spalletti devono chiarirsi tra loro, la piazza di Napoli non merita di essere maltrattata. La sosta per i Mondiali falserà il campionato, questo calcio sta bene solo a chi ci guadagna”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Gianni Improta, ex Napoli: “Una stagione speciale per il Napoli? Dico di sì, ma De Laurentiis e Spalletti dovrebbero chiarirsi tra di loro e poi chiarire alla piazza quello che vogliono fare. Si stanno ‘ubriacando il cervello’. De Laurentiis fa i proclama per lo Scudetto e poi mette in vendita tutti, Spalletti si impunta su alcuni calciatori e poi non vengono confermati. Ecco serve chiarezza, altrimenti si crea e si resta nella nebbia. La piazza di Napoli non merita di essere trattata così, nel silenzio di tante notizie che escono a destra e a manca senza mai essere chiarite dai protagonisti. Sotto questo aspetto la città viene sempre un po’ maltrattata. Io metterei la firma per tenere questa rosa con questi innesti che sono appena arrivati. Molte squadre in Italia e in Europa non hanno la rosa che ha il Napoli, rischierei nel trattenere i calciatori in scadenza. Anche perché trattenendo i migliori, il Napoli resterà protagonista. La prima gara contro il Verona non sarà semplice, ma gli azzurri potranno partire con il piede giusto. Questo è un anno particolare poi, la lunga sosta dei Mondiali influirà molto. E’ un modo diverso di affrontare una stagione e bisogna abituarsi in fretta. Per me, però, la sosta dei Mondiali falserà il campionato, visti i tanti calciatori che saranno impegnati. Purtroppo questo tipo di calcio non sta bene a nessuno, se non a quei pochi che ci guadagnano”.

PINNA: “Mercato soporifero, i club tengono d’occhio i bilanci. In Sudamerica ed Est Europa giovani di talento, potrebbe arrivarne uno come Kvaratskhelia in Campania…”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Daniele Pinna, agente FIFA: “Le partite alla fine vanno giocate tutte e lasciano il tempo che trovano. C’è sempre fame e curiosità di vedere come si comporteranno poi le squadre alle prime giornate. Il mercato che stiamo vivendo è un po’ soporifero. I club devono dare sempre occhio ai bilanci e si tituba un po’ nella ripartenza degli acquisti. Qualcosa però sta iniziando a muoversi e presto saremo tutti contenti (ride ndr). Il Napoli senza Koulibaly? Ripeto, non è un problema solo del Napoli: tutti i club sono chiamati a dover far quadrare i conti. Nella costruzione della squadra, Giuntoli è un direttore estremamente competente e sono sicuro che qualche colpo in canna ce l’avrà già pronto. Colpi dal Sudamerica alla Serie A? Lì è sempre pieno di talenti, anche se provano a tirare il prezzo. Anche dall’Est Europa potrebbero arrivare elementi giovani e di talento. Forti come Kvaratskhelia? Vediamo, chissà. Magari potrebbe venire lì vicino dalle vostre parti (in Campania ndr). Zenga? La speranza è quella di rivederlo presto in panchina, qualcosa potrebbe muoversi nelle prossime settimane. Uno come lui che ha fatto cose importanti merita una chance”.

© Riproduzione riservata