Atalanta-Napoli, le pagelle

Le pagelle. Quarta giornata del girone di ritornoù della serie A, scontro diretto per la zona Champions a Bergamo che è della Dea: i partenopei dell’attualità – sesta sconfitta nelle ultime dodici partite – non possono nulla contro la squadra dell’espulso Gasperini. Vincono i lombardi 4-2.

ATALANTA (3-4-2-1)

Gollini 5,5: Al 35′ devia in angolo sull’innocuo colpo di testa di Osimhen. Poco reattivo sull’1-1, e si segnala per maldestri rilanci. 

Toloi 6,5: La sua solita partita tra attenzione e tanta grinta. Promosso. 

Romero 7: Tempestivo in difesa, e al 79′ sigla il 4-2. Uno dei migliori. 

Djimsiti 6,5: Un poerno della Dea. Giallo per fallo duro su Osimhen, saltyerà la prossima partita di campionato poichp era diffidato. Spizzata utile per il 4-2. 

Maehle 6: Autorete in compartecipazione con Gosens che da speranze al Napoli. Prima del pasticcio era stato uno dei migliori a Bergamo. 

De Roon 6: Meno dinamico del solito ma molto attento a mantenere la posizione. 

Freuler 6: Abile equilibratore in mediana e sulla trequarti. 

Dal 78′ Pasalic: sv 

Gosens 7: Sette gol in campionato: approfitta di ciò che crea Muriel e l’assist di Zapata per  il 2-1 della Dea. Poche manciate e si fa male all’inguine. Resta in campo e fa autorete. Cerca il riscatto ma Meret lo ipnotizza. Tarantolato, per eccesso di agonismo subisce anche l’ammonizione. Un fattore, comunque, sul mancino. 

Pessina 7: Mezzala ideale da calcio moderno. Lo vedi ovunque, soprattutto lo osserva il ct della Nazionale Mancini. 

Muriel 8,5: Danza e distilla calcio. A inizio ripresa l’assist al bacio per il connazionale Duvan. A seguire inventa il secondo gol dei nerazzurri. Manda gli azzurri al bar e serve Zapata sull’esterno che deve solo mettere al centro per il 2-1 di Gosens. Da bomber di classe firma il 3-1. Diciassettesimo gol stagionale: nessuno come lui in serie A nel 2021 (sette gol). 

Dall’84’ Miranchuk sv 

Zapata 7: Ancora lui, al 52′ sblocca il match, come in coppa Italia. Incornata vicente e da ex, che ora quando segna al Napoli esulta sempre… 

Allenatore – Gasperini 4: Al 25′ esce di scena per espulsione, visto che dal 18′ continua a protestare con la squadra arbitrale per la mancata assegnazione del presunto calcio di rigore del17′. 

 

NAPOLI (4-2-3-1)

Meret 5,5: Può fare di più sull’1-0 atalantino: trafitto sul suo palo. Freddato nuovamente sul suo palo, per il 3-1. Tiene in partita poi il Napoli facendo la prodezza su Gosens. 

Di Lorenzo 5,5: Limitato dall’ennesima ammonizione stagionale, che becca in avvio. Il cuore non basta.  

Rrahmani 5: Muriel gli fa vedere i sorci verdi. 

Maksimovic 5: Potrebbe fare molto di più sull’1-0 atalantino. E mancano gli occhi della tigre, vedi il secondo gol atalantino. 

Dal 79′ Koulibaly 5,5: Nemmeno il tempo di toccare il primo pallone e ha colpe sul 4-2. 

Mario Rui 4: Pomeriggio di orrori. Rischia il rigore al 17′, contatto con Pessina. Lato debole, dalle sue parti il cross dell’1-0, che sblocca la disputa. Fuori partita, ha colpe anche sul gol dell’1-0 atalantino. male anche sul 2-1

Dal 79′ Ghoulam sv: 

Fabiàn 4,5: Fantasma andaluso, non è il magico del Betis e delle prime due stagioni in azzurro. 

Bakayoko 4,5: Macchinoso e regala a Muriel lo spunto per il gol del provvisorio 3-1. 

Zielinski 6: Quinto gol in campionato, destro a volo ringraziando Politano per il pregevole assist. Per il resto solita performance timida. 

Dall’84’ Lobotka sv 

Elmas 4,5: Nullo. Gioca avanti come con la nazionale della Macedonia del Nord ma stecca. Sostituito per il subentro del capitano, nonostante Lorenzo non stia al meglio. 

Dal 52′ Insigne 5,5: Corre il minuto 68 quando taglia bene ma Djimsiti lo blocca. Per il resto nulla da segnalare da parte del capitano-malconcio, oltre a un nervoso tiro a giro dell’85’. 

Osimhen 5,5: Psicofisicamente c’è, per il resto gira a vuoto. E al novantesimo fa prendere un grande spavento a tutti per le sue condizioni. Esce in barella. 

Dal 91′

Politano 6,5: Era in dubbio: stringe i denti e scende in campo. Risulta migliore dei suoi, sino al 24′, quando si fa nuovamente male. Si riprende e resta in campo con determinazione e slancio. Non molla e pesca Zielinski per l’1-1. Dai suoi piedi scaturisce l’autogold el 2-3. Soldatino di mister Gattuso. 

Allenatore. Gattuso 5 – Gosens fa gol nel miglior momento del Napoli, dopo il momentaneo 1-1. L’uno-due successivo degli orobici è micidiale per il Napoli dell’attualità. 

 

Arbitro: Di Bello 4,5: Nega un rigore all’Atalanta in avvio, e in era Var. 

(Assistenti: Meli-Cecconi. IV Uomo: Pasqua. VAR: Fabbri-Tolfo)

 

© Riproduzione riservata