Ancelotti: i gol in fuorigioco hanno cambiato la sfida

260

Con la seconda sfida in pochi giorni al Barcellona, si conclude l’esperienza negli Stati Uniti per il Napoli. Il match di stasera fa registrare un passivo importante sgradito agli uomini di Ancelotti. Dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato, la seconda frazione vede un netto predominio degli uomini di Valverde. Il risultato si sblocca al 47’ minuto con il gol in fuorigioco del pistolero Suarez, poi ci pensa Griezmann prima della doppietta dell’uruguaiano siglata con uno splendido tiro di prima che si insacca alle spalle di Meret. Il match si chiude definitivamente con il sigillo di Dembélé che beffa Luperto e l’estremo difensore azzurro.

Nel corso della conferenza stampa post partita mister Ancelotti può analizzare la partita di oggi tirando anche le somme della preparazione precampionato.

Il primo tempo lo abbiamo interpretato bene. Poi siamo stati condizionati da due gol subìti in fuorigioco ad inizio ripresa. Di fronte avevamo una grandissima squadra, ovvio che poi abbiano preso il campo. Ma le due reti non regolari hanno cambiato il match“.

Sulla tenuta fisica drasticamente calata nella seconda frazione di gioco, il mister cerca di dare una spiegazione: “Probabilmente eravamo un po’ stanchi anche per i carichi di lavoro perché veniamo da un mese di preparazione intensa. Ma non vedo alcun problema oltre questo”.

Nel complesso l’allenatore di Reggiolo può ritenersi più che soddisfatto: “Restano buone sensazioni da queste due sfide con il Barcellona e ripartiamo da qua per proseguire la preparazione in vista dell’inizio del campionato”.

La preseason fa ben sperare per l’imminente futuro: “Sono fiducioso del lavoro svolto sia in ritiro che nei test internazionali. Abbiamo un gruppo di qualità e sono certo che possiamo disputare un’ottima stagione. Ho raccolto ottime indicazioni dai ragazzi e le sensazioni, ribadisco, sono positive nel computo globale. Saremo pronti per il 24 quando inizierà il campionato”.

All’inizio del campionato mancano tredici giorni e la voglia di fare sul serio aumenta sempre più. Non resta che testare sul campo la bontà del lavoro svolto dal team azzurro, scoprendo così i traguardi ai quali i tifosi possono realmente ambire.

 

Fonte foto: sscnapoli.it