Allan: “Napoli mi ha dato tutto, è mancato solo lo scudetto”

Allan è stato uno dei pochi calciatori venduti a titolo definitivo in questo mercato esitivo. Il brasiliano negli anni è stato uno dei giocatori più importanti del Napoli di Maurizio Sarri e Carlo Ancelotti. Oggi il centrocampista ex Udinese vive un gran inizio in Premier League all’Everton. Ne ha parlato al Corriere dello Sport in un intervista esclusiva. Ecco le sue dichiarazioni.

Sul periodo no al Napoli dice Allan: “C’è stato un periodo dove abbiamo perso tante partite e sono nate delle discussioni. È stato l’unico momento sbagliato. Per il resto ho trascorso degli anni fantastici al Napoli e ringrazio il presidente e tutti i tifosi”.

Sarri e Ancelotti: “Ancelotti è un professore e sono contento di lavorare ancora con lui. Con Sarri regalavamo spettacolo in campo, l’unico rimpianto è stato non vincere il campionato”.

Sulle difficoltà di infanzia Allan aggiunge: “Crescere in una comunità dove la vita è dura mi ha spinto a dare tantissimo da professionista, in modo da dare un avvenire tranquillo alla mia famiglia”.

Sui primi giorni a Liverpool: “Siamo ancora in albergo, prima di trasferirci definitivamente nella nostra nuova casa. Sul campo l’obiettivo è restare umili e non pensare di essere già una super squadra”.

 

 

 

© Riproduzione riservata
Messaggio politico elettorale a pagamento
Paolo Ismeno Sindaco