Allan: “Aiuterò il Pipita a raggiungere i suoi obiettivi”

Il centrocampista del Napoli, Marques Loureiro Allan, noto semplicemente come Allan, ha rilasciato un’intervista esclusiva ai microfoni di Sportitalia (canali 153 del digitale terrestre e 225 della piattaforma Sky). Tanti gli argomenti affrontati dal brasiliano: il suo impatto con il pianeta azzurro, gli obiettivi personali e di squadra, l’importanza di Higuain e l’accoglienza dei tifosi.

Ci racconti un po’ i primi giorni in azzurro? Il gruppo che hai trovato, il nuovo allenatore…
“Ho trovato un gruppo fantastico, mi ha accolto benissimo. Stiamo lavorando alla grande, quindi è stato un piacere enorme”.

Dal punto di vista tattico, in questo centrocampo a tre ti trovi a tuo agio?
“Sì, il mister sta provando tanti moduli per fare bene la stagione, quindi quello che sceglie il mister sarà importante per vincere”.

L’auspicio dei tifosi è che tu possa confermare i numeri strepitosi della scorsa annata, quelli che ti hanno incoronato il più grande recuperatori di palloni della Serie A.
“Speriamo. Sto lavorando duro, sto lavorando sodo per arrivare al livello dell’anno scorso”.

Cosa significa Napoli per te? La grande occasione? Il sogno?
“Il sogno, il sogno che avevo da bambino, una grande occasione per fare bene insieme alla squadra, per arrivare più in alto possibile in campionato”.

L’obiettivo del Napoli quale potrebbe essere? Quello di riconquistare la Champions?
“Sì, dopo vivere partita per partita, a cominciare alla prossima. Dobbiamo fare bene e arrivare all’ultima gara senza aver rammarico di niente”.

Che spogliatoio hai trovato? Ci sono anche grandi campioni. Cosa significa avere in squadra uno come Higuain?
“E’ un giocatore importante, un top player, che aiuta sempre la squadra segnando i suoi gol. E’ stato importante conoscerlo, adesso spero di aiutarlo a raggiungere i traguardi personali”.

Quali sono i tuoi obiettivi personali? Cosa speri di realizzare in questa avventura napoletana?
“Spero di fare bene, di fare quello che ho fatto a Udine, migliorare, fare di più, fare magari più gol e aiutare la squadra”.

Hai incontrato la passione dei tifosi?
“Sì, mi hanno accolto benissimo, in maniera calda, quindi è stato un piacere”.