Viareggio Cup: De Kuyffer spinge il Bruges in semifinale

via1

Napoli-Bruges 0-2

Napoli: Marfella, Schiavi, D’Ignazio, Abdallah (38′ st Granata), Russo, Leandrinho, Acunzo (31′ st De Simone), Liguori, Marie Sainte, Esposito, Gaetano (38′ st Mezzoni). A disposizione: Schaeper, Mazzella, Milanese, Migliaccio, Riccio, Della Cortei. Allenatore: Saurini

Bruges: Gabriel, Cornette, Karkache, Nuyts, Tanghe, Lynen, Peeters, Fadiga (35′ st Openda), De Kuyffer, Van Camp, Verwerft. A disposizione: Teunckens, Schrijvers, Touba, Lemoine, Van Landschoot, Baye, Gonen, Brodic, Van Vaerenbergh, Ito, Osei-Berkoe, Carcela, Vankeakhoven, Alfieri, Masangu. Allenatore: Vermant

Arbitro: Maggioni di Lecco

Reti: 14′ pt e 50′ st De Kuyffer

Note: ammoniti Leandrinho (N), Nuyts (B), Esposito (N), Openda (B)

Continua la favola alla Viareggio Cup del Bruges che, tra impegni della nazionale under 19 del Belgio e della prima squadra, ha l’organico ridotto all’osso, ma riesce a battere il Napoli, dopo aver eliminato la Juventus attraverso la maratona ad oltranza dei calci di rigore. Gli azzurrini sprecano, mentre dall’altra parte i nerazzurri del Belgio sono così cinici, da risolvere la pratica con un gol per tempo. Al 14′  il match lo sblocca De Kuyffer che poi in pieno recupero fissa il punteggio sullo 0-2 per gli uomini di Vermant che in semifinale se la vedranno con l’Empoli di Dal Canto che ha superato l’arcigna Spal in virtù della rete del figlio d’arte Manicone sul gong della prima frazione di gioco. Per la cronaca della sfida c’è da dire che il Napoli è partito forte, con il più atteso, il brasiliano Leandrinho. Al nono minuto di gioco Gianluca Gaetano pesca l’ex Ponte Preta in area di rigore belga: Leandrinho è fermato con un ruvido intervento che per il direttore di gara è pulito sul pallone. Il Napoli inisste con Basit Abdallah che lancia Luigi Liguori, ma Gabriel gli dice di no deviando la sfera in calcio d’angolo. All’undicesimo il Napoli e i suoi tifosi protestano per la rete annullata. Gabriel stavolta compie un pasticcio con il pallone che s’infila nella propria porta, ma l’assistente di destra ha già sventolato la bandierina per una posizione irregolare. Trascorrono tre giri di lancette e il Bruges perviene al primo vantaggio. Da calcio piazzato Van Camp con il goniometro indirizza il pallone per la testa vincente di De Kuyffer. E’ immediata la reazione del Napoli con Liguori che al sedicesimo ci prova con un rsaoterra parato da Gabriel senza affanni. Il Bruges tenta la via del raddoppio poi con due punizioni  imprecise. ma bloccate da Marfella Alla mezzora il Napoli si segnala per un’occasione ghiotta con il colosso Marie Sainte che ci prova con un’incornata ma Gabriel si oppone. Il Napoli spinge e chiude i belgi nella loro metà campo. Al 42′ tocca a Basit Abdallah ma il destro dell’ex Carpi termina di poco a lato. Un minuto dopo Liguori sfiora il pareggio con un pallonetto. e Russo in tap in ma Gabriel dice nuovamente di no ai boys di Saurini. Nuove proteste per il Napoli al 44′: Leandrinho è atterrato in area di rigore belga: s’invoca al penalty ma l’arbitro dice di no. Il secondo tempo riprende sotto il segno del Napoli. Gaetano mostra tutto il repertorio ma Liguori pecca di egoismo. L’esterno d’attacco si riscatta immediatamente servendo in corsa Leandrinho ma Gabriel è perfetto in uscita. Al decimo  nuova punizione interessante per il Napoli di Acunzo ma si spegne di poco a lato, anche il tentativo del centrocampista. Un minuto dopo in tap in nessun azzurro riesce a trovare il pareggio da azione scaturente da corner. Il Napoli insiste ma la porta resta stregata: D’Ignazio ribalta per Schiavi che però non riesce a impattare con il pallone. L’ultimo sussulto degli azzurrini è firmato Russo che è insidioso dai trenta metri ma lo shoot non è preciso. De Kuyffer in pieno recupero poi vince un rimpallo con Marfella per il definitivo 0-2 per i belgi.

Le dichiarazioni di mister Saurini al sito ufficiale del Napoli (sscnapoli.it). Usciamo con una enorme amarezza, abbiamo stradominato in lungo e in largo. Avremmo meritato ampiamente di accedere alle semifinali, sia per quanto fatto vedere oggi, sia per quanto mostrato nell’arco del Torneo”.Ci rimane comunque l’orgoglio e la soddisfazione di aver ottenuto un bell’obiettivo e di aver messo in evidenza la qualità di questo gruppo. Abbiamo tanti elementi che possono affermarsi in futuro e lavoriamo per far ancor di più crescere i nostri ragazzi. A loro voglio fare il mio plauso per aver disputato un Viareggio davvero di grande spessore. Ai nostri ragazzi deve andare l’elogio di tutti perchè hanno dimostrato carattere, forza e dedizione”