Serie A: il Benevento si sblocca grazie al suo portiere

serie-a

Il Monday Night del Bentegodi ha mandato in archivio la quindicesima giornata di serie A, nella quale sono state scritte pagine importanti di storia. Venerdì la Roma si è facilmente sbarazzata di una Spal troppo inferiore per poter competere con i giallorossi. Di Francesco può e deve essere soddisfatto dei miglioramenti dei suoi, anche se per avvicinare la vetta della classifica manca ancora ritmo in fase offensiva. Sabato il Torino non è riuscito ad andare oltre l’uno a uno interno con l’Atalanta. I granata non riescono a mandare a segno il Gallo Belotti, probabilmente la più grande delusione di questa prima metà di campionato. Nel lunch-match domenicale, a Benevento è andato in scena un capolavoro teatrale che nemmeno lo sceneggiatore più illuminato sarebbe stato in grado di scrivere. Il pareggio maturato a tempo scaduto è qualcosa di visto e rivisto, il gol del portiere è meraviglia pura. Milan rimandato, anche perché Gattuso non ha la bacchetta magica. Nel pomeriggio, un’Inter sontuosa ha preso a pallonate il Chievo a San Siro. Il cinque a zero finale testimonia la crescita anche in termini di gioco di una squadra che a inizio campionato conquistava risultati senza brillare. La Fiorentina ha agevolmente rispedito a casa il primo Sassuolo di Iachini con un nettissimo tre a zero. I viola sono apparsi nettamente superiori, mentre i neroverdi dovranno lavorare molto per evitare la serie B. A Bologna la sfida tra i felsinei e il Cagliari è terminata in parità. Ottima prestazione dei sardi, che con Lopez sono riusciti a trovare una precisa identità tattica, mentre la squadra di Donadoni ha deluso. In serata la Lazio ha espugnato Marassi con un gol allo scadere di Caicedo, finora quasi un oggetto misterioso in campionato. Gli uomini di Simone Inzaghi riprendono la loro corsa verso la Champions. Ieri pomeriggio l’Udinese ha vinto facilmente a Crotone, conquistando tre punti che danno ossigeno ai bianconeri. Successo importante anche per il Genoa a Verona, grazie a una rete di Pandev e alle parate di un ottimo Perin, il candidato principe per la porta futura del Napoli.