#SeAcabòElPartido… Napoli, sei pronto per fare sul serio

mertens-gol

La sfida con l’Espanyol serviva a Sarri per avere tutte le conferme necessarie in vista della ben più importante partita con il Nizza. Il tecnico toscano ha senz’altro preso nota di ciò che ancora non va, ma il suo grado di soddisfazione può essere elevato. Raramente si è vista in passato una squadra italiana così sicura di sé all’undici di agosto, con zero partite ufficiali nelle gambe e poco più di un mese di convivenza calcistica. Il segreto è tutto nelle scelte della società, che ha puntato fortemente sul fattore continuità, privilegiando la conferma in toto del gruppo della scorsa stagione sullo stravolgimento da folle calciomercato. Contro i catalani si è visto un Napoli collaudatissimo, capace di controllare la partita a suo piacimento, alternando gli affondi in verticale alla gestione del possesso in orizzontale. Sono arrivati due gol da palla inattiva, elemento tutt’altro che trascurabile, considerando la solitamente scarsa efficienza degli azzurri in situazioni da fermo. Ounas si è confermato scugnizzo nato altrove, capace di bagnare il suo esordio nel tempio di Fuorigrotta con un paio di giocate d’alta scuola e con un palo che grida ancora vendetta.

Il Napoli è pronto a scendere in campo in partite ufficiali. Il Nizza è avvisato. Se vuole giocare la prossima Champions League, la squadra di Favre dovrà mettere insieme due partite perfette, altrimenti la musica più dolce del calcio europeo sarà suonata al San Paolo per almeno tre volte da settembre a dicembre.