Sarri: testa solo alla Fiorentina

sarri3

Maurizio Sarri , presenta al gara di domani sera contro la Fiorentina di Paulo Sousa, nella conferenza stampa del pre-gara nella sala stampa di Castel Volturno: “L’obiettivo è cercare di vincere le ultime due partite e battere il record di punti del Napoli in Serie A, poi vedremo dove saremo a fine campionato. Il secondo posto non dipende da noi, ma al di là di ciò che farà la Roma abbiamo ben chiaro cosa vogliamo, ovvero finire al meglio e coronare una stagione bellissima anche col primato di punti. Poi se questo servisse anche a superare la Roma sarebbe ancor meglio. Se dovessimo arrivare terzi, in ogni caso ritengo che la squadra abbia disputato una grande stagione, facendo quello che poteva fare ed anche di più, se consideriamo che molti in estate ci avevano indicato in griglia come quinta forza”.

Riguardo la Fiorentina il mister ha le idee chiare

“E’ l’unica squadra che ci avvicina come possesso palla ed è quella che più ci mette in difficoltà sotto il profilo del palleggi. Questo lo dicono i numeri dei match che abbiamo giocato contro la Fiorentina. Noi non siamo abituati a subire il possesso altrui e quindi dovremo anche saperci adeguare alla chiave tattica che domani potremmo avere di fronte. Oltretutto la Fiorentina ha calciatori di grande livello quali Bernardeschi, Chiesa, Ilicic, Kalinic, Saponara. In avanti hanno tante soluzioni e giocatori che si inseriscono tra le linee. Sarà una partita complicata in cui dovremo essere concentratissimi e carichi sin da subito. Lo dicono i numeri, il nostro possesso sul 62-63% contro di loro si abbassa a circa 50-52, ci tolgono tanti minuti di possesso ed a noi disturba perchè non siamo abituati. 

Mister Sarri dice la sua anche sugli elogi ricevuti negli ultimi giorni.

“Onestamente a me interessa la partita con la Fiorentina e quella che poi verrà contro la Samp. Finire al meglio questa stagione è l’unica cosa che conta, con la consapevolezza che abbiamo fatto tutto quello che era nelle nostre possibilità. Certamente dobbiamo unire bel gioco a risultati e ci stiamo riuscendo. E’ un punto fermo anche per smentire il luogo comune italiano che per vincere bisogna giocar male. La nostra filosofia di gioco ci deve servire a tirar fuori il 100 per 100 delle nostre potenzialità”.

Capitolo rinnovi.

“Io sono contento di allenare questo gruppo e vi assicuro che ho trovato ragazzi disponibili e professionali. Io ho un carattere non semplice, spesso mi arrabbio, ma allenare campioni è molto più semplice di avere in squadra primedonne di Serie C.”

“Il sogno deve essere nostro, dentro di noi, ma non un dovere. Non è certo il nostro sogno arrivare terzi, ma sappiamo che ci siamo arrivati dando il massimo. Il futuro per me è solo domani, l’obiettivo è battere la Fiorentina”.

Ecco la risposta di Maurizio Sarri su come motivare la squadra nonostante la qualificazione al secondo posto non dipenda dal Napoli.

“Ci deve interessare relativamente. Proseguiamo sulla nostra strada, se questo basta meglio, altrimenti vorrà dire che abbiamo gettato delle basi. Di fronte avremo una delle poche squadre che riesce a toglierci possesso per larghi tratti del match, è una gara difficilissima per noi”.

Questione Allan

“E’ sicuramente in dubbio, un affaticamento muscolare, anche se non è grave. Non ci sarebbero rischi enormi, ma lo valuteremo domattina. Per noi in alcune partite è una soluzione straordinaria, come nel primo tempo dell’ultima gara, ma abbiamo alternative per farne a meno”.

“Penso alla Fiorentina, non riesco a pensare alla soddisfazione di quella precedente. E’ un difetto, ma forse anche un pregio. Spero che la squadra abbia lo stesso atteggiameno mio, altrimenti rischiamo di non finire all’altezza del campionato”.