Sarri: bravi a concedere poco col baricentro basso

img_2126

Maurizio Sarri soddisfatto dei suoi uomini che hanno vinto in casa contro il Milan per 2 a 1. Al termine del match l’allenatore ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport: “Abbiam fatto un buon primo tempo creando tantissimo, appena abbiamo abbassato il baricentro abbiamo subito. Bene, il fatto è che abbiamo perso il controllo della partita per un tempo e non abbiamo concesso quasi niente. Se noi ci facciamo scalfire da un pareggio allora non va bene perchè un pareggio in trasferta non può farci perdere le nostre sicurezze.Ragazzi contenti della vittoria perchè sapevamo di incontrare una squadra che a luglio era data tra le favorite, stava dando segnali di crescita da un mese e li ha dati anche stasera. Oggi nel secondo tempo dovevamo fare non lo abbiamo fatto bene stranamente, ma noi siamo più bravi a palleggiare in velocità e non a basso ritmo. L’aspetto importante è che siamo riusciti a creare 7-8 palle gol senza concedere nulla. Sicuramente i centrocampisti in fase difensiva sono in crescita. A me piace molto di più quando difendono in avanti e non in area ma ad un certo punto durante la partita era diventato fondamentale. Insigne nel mio modo di giocare e di vedere il calcio non entra ma gioca. Io per anni ho seguito sempre i miei principi poi negli ultimi cinque, sei anni ho fatto il contrario e questo significa che ono un imbecille o una persona intelligente perchè ho cambiato idea. Ventura ha sempre giocato con le due punte centrali. Era plausibile che giocasse con due punte centrali e se devo essere sincero la gogna mediatica alla quale è stato esposto non mi è piaciuta per niente. C’è qualcuno che avrebbe dovuto prendere le sue difese ma non lo ha fatto nessuno e questo mi ha fatto male. E’ più facile che faccia il politico che il ct”.