Poker di richieste per Pavoletti ma resta l’ostacolo ingaggio

pavoletti

Leonardo Pavoletti, potrebbe salutare Napoli entro il 31 agosto. Il Benevento, così come la Spal continua a sognare di tesserare l’attaccante. Più concrete, invece, le possibilità di Sassuolo e Udinese, ma anche in questo caso la strada è tortuosa. Potrebbe essere un affare last-minutes, in quanto il Napoli ha speso più di 15 milioni di euro nella finestra di mercato invernale e l’ingaggio del calciatore è troppo pesante per una medio-piccola. Il giocatore sarebbe dovuto essere il nuovo bomber azzurro,  un supporto per Dries Mertens, il falso nueve che all’improvviso ha preso il posto di Arek Milik, venuto per sostituire Gonzalo Higuain. Ma l’esperienza di Pavoletti all’ombra del Vesuvio non è stata felice, il giocatore ha fatto fatica ad inserirsi negli schemi del Napoli. Mentre fuori dal campo l’azzurro è stato accolto a braccia aperte dalla città partenopea, nel rettangolo di gioco l’attaccante non ha brillato, relegato spesso alla panchina e, ogni volta che è stato chiamato in causa, non è  mai  bastato farsi trovare pronto. Pavoloso Pavoletti non ha inciso nei suoi sei mesi all’ombra del Vesuvio e, con la valigia pronta, spera di potersi riscattare in un’altra piazza, ma con occhi lucidi, già guarda da lontano la città che, nonostante tutto, lo ha accolto e incitato, fino all’ultimo giorno.

Di Maurizio Criscitelli