#LeAltreInItalia… Le mosse di Monchi ridanno fiducia alla Roma

SERIE A logo

Dopo una fase iniziale di calciomercato che sembrava portare ad un’estate di grandi sacrifici, è tornato il sereno in casa giallorossa. Il direttore dell’area tecnica Monchi è una garanzia, ma nemmeno dall’artefice del miracolo Siviglia ci si aspettava mosse in grado di restituire così tanta fiducia in così poco tempo. Sul mercato dei giovani di talento, il re delle plusvalenze ha puntato le fiches a sua disposizione su Karsdorp e Under, sperando di aver ancora una volta centrato due colpi di mercato in grado di stupire nel breve periodo, dare un importante contributo in campo nel medio e regalare importanti ricavi dalle loro cessioni nel lungo.

Ceduti Paredes, Salah e Rudiger, Monchi è riuscito a trattenere Manolas, perno fondamentale di una difesa che può fare a meno del tedesco, ma non del greco. Il colpo più importante di tutti, senza dubbio, sarebbe l’imminente rinnovo del contratto di Nainggolan, giocatore in grado di spostare nettamente gli equilibri di campo e di spogliatoio, la cui cessione avrebbe avuto un impatto devastante sull’ambiente giallorosso. Con l’infortunio grave rimediato da Pellegrini, il trio di centrocampo sarà con ogni probabilità composto da tre giocatori tra Gonalons, Nainggolan, De Rossi e Strootman, per cui Di Francesco può essere sicuro di avere a disposizione gente esperta nella zona nevralgica del rettangolo verde.

Gli arrivi di Defrel e Kolarov, ma soprattutto il corteggiamento in fase avanzata a Mahrez, confermano che la Roma non si farà trovare impreparata in una stagione che la vede alle prese con sfide difficili e rivali competitive. Senza Totti, inoltre, mancherà una figura di riferimento importantissima sia in campo che nello spogliatoio, ma con un direttore sportivo come Monchi tutto è possibile.