Le possibili avversarie: lo Young Boys

young boys

Nella notte di Lisbona che regalò ai tifosi del Napoli la dolcissima vittoria con annessa qualificazione agli ottavi di finale di Champions da prima in classifica nel girone, gran parte dei tifosi partenopei accolse con soddisfazione il successo nettissimo della Dinamo Kiev sul Besiktas, che di fatto rese una passeggiata il secondo tempo del Da Luz. La possibilità di incontrare nuovamente gli ucraini, però, è sfumata ieri sera in zona Cesarini, poiché allo Stade de Suisse di Berna un terzino svizzero-congolese classe ’98 ha deciso che Yarmolenko e compagni dovranno limitarsi all’Europa League. Nel ritorno della sfida tra la Dinamo e lo Young Boys, infatti, gli elvetici sono riusciti a ribaltare il tre a uno dell’andata, giocando una partita di grandissima intensità e credendoci fino alla fine. Gli dei del calcio hanno pertanto premiato gli uomini di Hutter, che nel finale hanno pescato il jolly con Lotomba che li qualifica per il prossimo turno.

Il tecnico austriaco schiera i suoi con un 4-4-2 molto tradizionale, che può trasformarsi in 4-4-1 o 4-2-3-1 in base ai movimenti della seconda punta e degli esterni alti. Gli svizzeri fanno dell’intensità il loro punto di forza, non avendo nei loro migliori giocatori quella qualità necessaria per comandare il gioco. Le cessioni eccellenti di Zakaria e Mvogo, accasatisi rispettivamente al Borussia Moenchengladbach e al Lipsia, fanno sì che la stella della squadra sia il fantasista francese Ravet, anche se gli appassionati italiani conoscono meglio il capitano Von Bergen, difensore centrale con un passato in Italia tra Cesena e Palermo.

Tra le cinque possibili avversarie del playoff, lo Young Boys sarebbe senza dubbio quella più comoda per il Napoli, dato il valore tecnico notevolmente inferiore rispetto alle altre quattro compagini. Malgrado il brutto precedente di Europa League allo Stade de Suisse, un due a zero nell’autunno del 2014 che scatenò l’ira dei tifosi partenopei, l’unico elemento di preoccupazione per Sarri sarebbe rappresentato dalla migliore condizione fisica di Sow e compagni, visto che il campionato svizzero è ormai alla terza giornata.