La Spal blocca la Juve

dybala

Si ferma a dodici la serie di vittorie consecutive in campionato per la Juventus, che pareggia 0-0 a Ferrara in casa dall’ottima Spal di Leonardo Semplici. La squadra di Allegri, inoltre, dall’8 dicembre andava sempre in gol considerando tutte le competizioni. Il Napoli adesso può tornare a -2 sfruttando il turno casalingo col Genoa. Punto meritato per la Spal per impegno, agonismo e gioco: il 3-5-2 di Semplici imbriglia Allegri. E così ora tocca al Napoli che deve rispondere portandosi a due lunghezze dai bianconeri. Appuntamento domani, alle ore 20.45, allo stadio San Paolo per la nona fatica del campionato del grande sogno azzurro. Testa al Genoa per tutto l’ambiente partenopeo, pronto a stringersi attorno alla squadra del cuore.

Trasferta senza gol per i bianconeri. Non accadeva da 15 mesi. L’ultima volta datata 22 ottobre 2016, Milan-Juve, gol di Locatelli. 

Massimiliano Allegri ha parlato a fine gara a Premium: “Juve opaca? Non sono né arrabbiato né deluso. La Spal ha fatto una gara di lotta, complimenti a loro, un tot di partite dove avevamo sempre vinto. Non abbiamo preso gol. Abbiamo ancora cinque punti, pareggiavi a Roma e vincevi oggi, cambia poco, Benevento, Crotone, sono partite da affrontare con spirito diverso. Abbiamo quattro partite in cui ti devi far sempre trovare pronto ad ogni evenienza, in ogni caso resteremo davanti alla classifica, un vantaggio. Quando non hai energia mentale, la palla la prendono gli altri e questo è successo a no stasera. Ci sono dei meriti della Spal che è stata molto aggressiva con 29 falli, ma ne avevamo subiti 28 con l’Atalanta, se spezzetti il gioco fai meno fatica. Se siamo in testa cerchiamo di rimanerci fino all’ultimo, ora dobbiamo riposare, con alcuni che mancano che potevano dare il cambio. Scontro diretto? Non se ne va niente, qualcuno diceva che era scontato, partita sporca, sul calcio d’angolo potevamo buttarla dentro, a volte ti mancano le energie e fai zero a zero. Ora c’e la sosta e ci riposiamo. Dybala? Dispiace che non vada in nazionale. Deve rifiatare ed allenarsi, restano sette o otto. Chiellini? Affaticato, non so, non ci sono esami che possano dire che abbia”.

Il difensore Mattia De Sciglio a Premium: “Stasera ci aspettavamo una partita ed un risultato diverso. Sapevamo che era difficile ma da qui in avanti questa ci servirà a capire di affrontarla in modo diverso. Noi guardiamo noi stessi, siamo primi, ci sarà la sosta poi avremo gare difficili da affrontare con piglio diverso rispetto a stasera. Juve poco cattiva? Perché sono mancati i guizzi finali, cercavamo di penetrare centralmente senza riuscirci ci siamo magari incaponiti troppo. Abbiamo avuto troppa fretta, ci siamo innervositi e sono mancato i guizzi ma non abbiamo rischiato nulla. Importante recuperare gambe o testa? Stiamo bene, dobbiamo archiviare la gara e poi pensare alle gare che verranno. Solo una questione mentale. Scontro diretto rilevante? Contava comunque, nell’ultima parte di campionato abbiamo tre scontri diretti, sono importanti tutte le partite. Fa piacere la nazionale, bell’ambiente, pensiamo a lavorare bene in nazionale. Real Madrid? Sfida difficile ma stimolante, una rivincita della finale per passare il turno. Che ti hanno detto del Real? Nulla, ogni squadra era difficile, sulla doppia gara faremo il possibile”. 

Nel post partita di Sky, l’allenatore della Spal Leonardo Semplici ha commentato llo 0-0 con la Juventus.. “Ci voleva una gara del genere per aver la meglio sotto certi aspetti, con personalità e coraggio. Abbiamo messo mentalità, limitando i loro tiri che son stati due veramente pericolosi. Non ci siamo disuniti contro una delle migliori d’Europa, è una soddisfazione per noi. Abbiamo fatto una grande prova, è una soddisfazione per il pubblico ma non abbiamo fatto ancora niente. La squadra sta maturando, stanno uscendo le nostre caratteristiche. Ho chiesto alla squadra tanta personalità, di provare a fare la gara nei limiti. Li abbiamo limitati con buona identità, non sempre abbiamo fatto risultato ma l’esperienza cresce e i risultati arrivano. Il mio lavoro prosegue da qualche anno, siamo una squadra generalmente propositiva, ma quest’anno molti erano esordienti ed era una novità per noi la Serie A. Tuttavia i giocatori stanno maturando e conoscendo il campionato, trovando risultati e prestazioni come stasera. Barzagli? Giocavamo assieme. Siamo rimasti in ottimi rapporti. Andrea ha fatto una grande carriera, sono felice per lui. Io ero alla fine nella Rondinella, lui era un ragazzino. Lazzari? Sta crescendo e maturando. Ha fatto un’escalation straordinaria, dalla D alla A. Quando sono arrivato giocava poco, poi è cresciuto a livello tecnico e morale. Manuel deve migliorare sui cross, ma tra qualche anno se ne parlerà a livelli importanti”.

A Premium Sport, dopo la gara contro la Juventus, parla l’attaccante della Spal, Mirco Antenucci. La squadra estense ha bloccato sullo 0-0 i Campioni d’Italia in carica e leader dell’attuale classifica“Punto importante che ci permette di continuare la nostra lotta salvezza. Questo risultato è motivo di orgoglio, è una soddisfazione”.

Secondo Sportmediaset per Chiellini si tratta di un fastidio, il calciatore non risponderà alla convocazione con la nazionale per poi essere a disposizione con Milan e Real Madrid.

SPAL-JUVENTUS 0-0
SPAL (3-5-2): Meret; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Grassi, Schiattarella, Kurtic, Costa (46′ st Simic); Paloschi (37′ st Everton Luiz), Antenucci (44′ st Floccari). (Gomis, Marchegiani, Bonazzoli, Vaisanen, Schiavon, Salamon, Vitale, Viviani, Drame’). All. Semplici.
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; De Sciglio, Rugani, Chiellini (36′ st Barzagli), Asamoah (19′ st Mandzukic); Pjanic, Matuidi (39′ st Bentancur); Douglas Costa, Dybala, Alex Sandro; Higuain. (Szczesny, Del Favero, Marchisio, Howedes, Lichtsteiner, Sturaro). All. Allegri.
ARBITRO: Massa di Imperia.
NOTE: ammoniti Kurtic, Schiattarella, Costa, Douglas Costa, Pjanic,Everton Luiz. Angoli: 7-3 per la Juventus. Recupero: 0′; 5′.