Impresa della Cesport: i gialloblu conquistano tre punti d’oro

rigo

Come nel migliore dei finali al cardiopalma di una partita che costituisce uno spot per la pallanuoto la rete decisiva arriva a poco più di un minuto dal termine e a creare la suspense provvede l’inspiegabile errore commesso dal tavolo della giuria che sull’ultima azione porta da tre a sei i secondi a disposizione dell’attacco ospite che manca però il bersaglio e manda in visibilio i supporter presenti sulle gradinate della Scandone. Una Studio Senese Cesport a tratti sontuosa supera l’S.N.C. Civitavecchia per 11-10, ottiene una vittoria che poteva essere più larga nelle sue proporzioni e guadagna così tre punti che potrebbero rivelarsi cruciali nella corsa per la conquista della salvezza. Si dice spesso che nello sport alcune sconfitte aiutino a crescere e quella incassata a Salerno ha trasformato il gruppo guidato da Fabrizio Rossi che ha maturato la piena consapevolezza dei mezzi a propria disposizione anche in una categoria superiore e al cospetto di rivali più esperte e attrezzate. I gialloblu, al momento settimi con diciannove punti, continuano sull’onda lunga di quanto ammirato alla piscina Vitale la scorsa settimana. La squadra approccia l’incontro come meglio non avrebbe potuto desiderare, è aggressiva in difesa e riesce a scatenare le sue qualità natatorie nelle ripartenze in velocità. Avevamo puntato sulla necessità di una prova collettiva di spessore come premessa per la conquista dell’intera posta in palio e i padroni di casa interpretano il copione alla perfezione. Non era facile limitare uno degli attacchi più prolifici del torneo ma il puntuale raddoppio in zona centrale, unito alla predisposizione a tener botta nel duello fisico, tolgono dal gioco il centroboa Romiti, prezioso riferimento nella manovra offensiva laziale. Un ottimo Turiello, autore di alcuni interventi determinanti , infonde sicurezza ai compagni e paga dazio solo alla pericolosità dei tiratori perimetrali avversari. La terza prestazione stagionale in doppia cifra per reti realizzate deve costituire lo stimolo per continuare a lavorare allo scopo di migliorare gli automatismi e sviluppare il cinismo necessario a concretizzare le occasioni create per gestire le gare con maggiore tranquillità, basti pensare al clamoroso tre contro uno concluso da Tartaro sulla traversa. A dare il là alla cavalcata del club presieduto dal presidente Esposito lo show di Gigi Di Costanzo che mette a referto una tripletta e due assist vincenti; da antologia  per bellezza e potenza della conclusione il tracciante scagliato da tre quarti di vasca che termina la sua corsa all’incrocio per il provvisorio 5-2. Nel quadro generale di una performance  eccellente Matteo Rigo( nella foto di copertina di Manuel Schembri) si mette in evidenza sui due lati della vasca; in difesa commette un paio d’imprecisioni ma garantisce fisicità ed esperienza al reparto mentre in attacco, oltre a disimpegnarsi come centroboa in alcuni frangenti, sigla due reti tra le quali spicca il siluro all’incrocio a fil di sirena per il 3-2, tiro preso dopo le superflue esitazioni dei compagni dimostrando notevole personalità nella situazione esaminata. Ci piace notare la costante crescita di Ciro Ruocco che dallo scorso dieci febbraio ha sempre iscritto il proprio nome nel tabellino marcatori almeno una volta. Il giovane attaccante possiede doti di freddezza non comuni che gli permettono di lasciare il segno nel momento decisivo, sua la rete del 10-9 e l’assist per il goal vittoria , a cui abbina un buon lavoro difensivo. Top scorer di giornata il bomber Miskovic che, grazie alla terza quaterna del suo torneo, sale a quota trentaquattro in classifica marcatori e sigla il punto che manda in visibilio la vasca di Fuorigrotta con una splendida beduina. Il serbo è un’autentica furia nella lotta al centro, zona nella quale punisce sistematicamente i marcatori rivali sia in fase di finalizzazione che in termini di espulsioni guadagnate.

Studio Senese Cesport- Enel Civitavecchia 11-10 (3-2, 5-3, 1-2, 2-3)
Studio Senese Cesport
: Turiello, Vitullo, Anello, Rigo 2, Di Carluccio, Miskovic 4, Esposito, Incoglia, Ruocco 2, Femiano, Di Costanzo 3, D’Antonio, Tartaro. All. Rossi.
Enel Civitavecchia: Visciola, Ballarini, Iula, De Rosa, Bogdanovic 3, Pagliarini, Greco, Midio, Romiti, Castello 3, Checchini 4, Caponero, Mancini. All. Ingrosso

Arbitri: Ferrari A. e Sponza.

Superiorità numeriche: Cesport 6/13, Civitavecchia 4/12.
Note: espulso per proteste Di Costanzo (S) nel quarto tempo. Uscito per limite di falli Iula (C) nel quarto tempo