Cuore Napoli Basket, l’esonerato Ponticiello: non meritavo questo epilogo

cuore-napoli-16-copia

L’amarezza sfocia sui social. Il coach esonerato dal Cuore Napoli Basket, Francesco Ponticiello, a passo con i tempi non mostra l’amarezza in conferenza stampa ma attraverso il suo profilo Facebook. Con estrema sincerità snocciola tutta la sua delusione per l’allontanamento dalla panchina dei partenopei, 24 ore dopo il secondo successo stagionale contro Cagliari. “Sono amareggiato e deluso, esonerato dopo un successo, subito dopo aver lasciato l’ultimo posto in classifica alla Virtus Roma, con un secondo incontro casalingo alle porte e relativa possibilità di un ulteriore passo in avanti in classifica – si legge -. Il tutto nel corso di una stagione, quella 2017/2018, che nelle dinamiche progettuali con cui eravamo partiti a luglio 2016, era quella in cui mi veniva chiesto di concorrere, in serie B, ad un piazzamento tra le prime 4. Ed invece ora, dopo una stagione in cui si era vinto Coppa Italia, regular season, playoff e finali, ora Bergamo e Orzinuovi, anche loro reduci dalle finali di Montecatini, malgrado investimenti economici ben superiori – si legge -, hanno gli stessi 4 punti in classifica del Cuore Napoli Basket, e gli allenatori, come è giusto per delle neopromosse, restano saldamente ai loro posti, io sono stato invece cacciato. Sapevo già da giugno, che l’uscita di scena di Pino Corvo avrebbe aperto un deficit enorme dal punto di vista strutturale. Ma non immaginavo che si sarebbe arrivati a questo amarissimo epilogo, ad un qualcosa che non credo di meritare”.