Bruscolotti a Portici per il trentennale-scudetto

bruscolotti2

“Il dieci maggio 1987 è una data che ha segnato la mia carriera e tutta la mia vita”. Queste alcune delle parole che Bruscolotti, ex giocatore e capitano del Napoli del primo scudetto, ha utilizzato per commentare il trentennale dello scudetto. Nella meravigliosa location del Villino Lianza a Portici, l’associazione Luca Giordano Art Gallery ha permesso un incontro tra l’ex calciatore e i tifosi azzurri vogliosi di scoprire cosa si provi in momenti del genere, che segnano positivamente la vita.  Molti tifosi hanno approfittato dell’occasione per dialogare con Bruscolotti o per scattarsi un selfie, ma anche per conoscere, tramite le persone di Liberato Ferrara e Sergio Curcio le emozioni che hanno travolto il calciatore, ma soprattutto la persona. “Il dieci maggio 1987  credo sia stata una data storica per tutta Napoli. A distanza di 30 anni la gente mi ferma per strada e mi chiede due cose:  di Maradona e di ricordare quel giorno. Vorrebbero sapere che emozioni si provavano a vincere uno scudetto con la maglia del Napoli. Purtroppo certe cose non si possono descrivere, si devono vivere.” L’ex capitano del Napoli di Maradona ha anche visitato la location meravigliosa di cui ignorava l’esistenza.

bruscolotti2 bruscolotti1