Attento Napoli, tutti vogliono Mertens

cattura

Un attaccante del genere piace ovunque. Fa gola per le qualità, per le caratteristiche, per la storia che cattura l’ attenzione ed incuriosisce. Dries Mertens è rinato nel ruolo di centravanti dopo aver speso gran parte della sua carriera convinto di essere un elegante esterno sinistro rapido, dribblomane e col fiuto del gol. La svolta un anno fa ed oggi, dodici mesi dopo, Mertens ha acquisito consapevolezza delle proprie qualità e l’ ha spiegato sul campo, ogni giorno, raggiungendo numeri impressionanti (34 gol lo scorso anno e già 12 in questa stagione) e convincendo il Napoli a garantirgli un rinnovo da «top» fino al 2020.
INTERESSE. Ma le vie del mercato sono infinite e le voci si rincorrono. Tante società europee (e non solo) sono attratte da Mertens, punta moderna, rapida e veloce, dinamica e generosa, capace di giocare per sé e per i compagni, abile nell’ uno contro uno ed anche spalle alla porta. In Spagna raccontano dell’ interesse dell’ Atletico Madrid per il belga. Mertens viene visto come ideale erede di Griezmann ma le voci si rincorrono ed arrivano anche in Inghilterra. L’ attaccante del Napoli piace anche in Premier League, molti club sono convinti che le sue caratteristiche siano perfette per la cultura del calcio inglese. Ma sono semplicemente voci, null’ altro. La stagione è appena cominciata e manca una vita all’ arrivo dell’ estate. In ballo diversi obiettivi, l’ ambizione di scrivere la storia col Napoli come priorità.

OBIETTIVI. Non pensa ad altro, Dries, ed è concentrato solo sul presente. Non ascolta le voci di mercato, si rifugia nel lavoro e nella sua professionalità inseguendo gli obiettivi che si è prefissato ad inizio stagione. Per il futuro si vedrà. Esiste una clausola rescissoria (valida solo per l’ estero, da circa 30 milioni, e ancora più alta per la Cina) che permetterebbe a tutte le società di avvicinare il giocatore senza dover per forza trattare col Napoli. Toccherà poi al belga, eventualmente, ragionare sulle varie proposte e decidere. Ma questo è un discorso che abbraccia il futuro. L’ attualità gli appartiene ed è az zurra. Non esiste il mercato, solo il campo: c’ è un campionato da vivere a testa alta, una Champions da (ri)conquistare – la qualificazione agli ottavi è in salita, ma apertissima – e una città da accontentare, regalandole gioia e restituendole un sogno. Intanto, show in amichevole tra Belgio e Messico nella serata di venerdì. Finale di 3-3 con doppietta di Lukaku e gol di Hazard. Per l’ azzurro Mertens quarantacinque minuti in campo. Il belga è subentrato ad inizio ripresa all’ amico e compagno de Bruyne. Per Mertens un altro impegno amichevole col suo belgio mercoledì sera contro il Giappone e il rientro a Napoli. Sarà a disposizione di Maurizio Sarri giovedì in vista della partita contro il Milan.

fonte: Fabio Tarantino per Il Roma del 12 novembre 2017