Al Liquid House c’è Bellavista

bellavista-1

Giovedì 16 novembre al Liquid House (via San Paolo, 10) si esibirà il cantautore e polistrumentista napoletano Bellavista, all’anagrafe Enzo Fiorentino. Nei pressi del suggestivo porto di Pozzuoli, infatti, a partire dalle ore 22, la musica dell’artista, che egli stesso definisce una funambolica commistione trai generi più disparati che strizza l’occhio al teatro canzone, metterà in luce la sua incredibile versatilità. Una carriera lunga, quella del Bellavista, che parte dall’infanzia e vanta partecipazioni e collaborazioni importanti fino all’album dal titolo “Tarantella nel castello putipù”, uscito nell’aprile 2016. “Il menestrello che saltella da una parte all’altra del palco, ma soprattutto da uno strumento all’altro”, prende in prestito il nome,e forse anche filosofia e stile di vita, dal professore Bellavista noto a tutti grazie al film “Così parlò Bellavista”. Il cantautore, con un sound fatto di chitarre, moog, tammorre, percussioni,fisarmoniche, mellotron e bassi, si prende beffa di quel circo variopinto di maschere e costumi che è la società attuale, passando in rassegna tutti i “tipi” umani. La lingua pungente e dissacrante di Bellavista sarà accompagnata da Flavio Gaudino (chitarra acustica).